interstazioni_circ.gif (2901 byte)

DA FONTE TRASPORTI
Circolare prot. n. N31323 del 19/07/2002 - Visite ai fini del rilascio, rinnovo e convalida del certificato di sicurezza - Firma delle attestazioni di idoneità delle imbarcazioni da diporto
.


MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
DIPARTIMENTO PER LA NAVIGAZIONE
E IL TRASPORTO MARITTIMO E AEREO
Direzione generale per la navigazione
e il trasporto marittimo e interno

Roma, 19 luglio 2002
Prot. n. N31323

OGGETTO: Visite ai fini del rilascio, rinnovo e convalida del certificato di sicurezza.
                   Firma delle attestazioni di idoneità delle imbarcazioni da diporto.

Continuano a pervenire a questo Ministero richieste di chiarimento in ordine al potere di firma degli attestati di idoneità emessi dagli organismi tecnici notificati ovvero autorizzati ai fini del rilascio, convalida o rinnovo del certificato di sicurezza di cui al DM n. 478/99.

Al riguardo, a seguito di un puntuale approfondimento della problematica e dopo aver sentito il parere dell'Ispettorato Tecnico del Ministero delle attività produttive, competente in concorso con la Scrivente in materia di vigilanza sull'attività degli organismi di certificazione autorizzati ai sensi dell'art. 7 del DLG 14.8.1996, n. 436, si fa presente quanto segue.

Fino all'attuazione della direttiva 94/25/CE l'autorità marittima o della navigazione interna, prima di rilasciare o rinnovare il certificato di sicurezza, provvedeva direttamente agli accertamenti di sicurezza sul mezzo nautico, sentito l'ente tecnico (art. 12 del DM 21.1.1994, n. 232).

Con l'attuazione della citata direttiva, l'art. 14 del DLG n. 436/96 ha trasferito agli organismi tecnici notificati o autorizzati l'accertamento di idoneità e di sicurezza per il rilascio, il rinnovo e la convalida del certificato di sicurezza delle imbarcazioni munite di marcatura CE e, successivamente, il nuovo regolamento di sicurezza, approvato con DM 5.10.1999, n. 478, ha esteso questa procedura anche alle imbarcazioni non munite di marcatura CE.

L'effettivo rilascio, rinnovo o convalida del certificato di sicurezza resta pertanto di competenza dell'autorità marittima o della navigazione interna che, in base all'art. 2 del DM 478/99, procede su domanda dell'interessato o di un suo mandatario, contenente in allegato l'attestato di idoneità rilasciato da un organismo tecnico scelto dal proprietario dell'unità fra quelli autorizzati dall'amministrazione o fra quelli notificati ai sensi del DLG 436/96.

Data la fondamentale importanza del certificato di sicurezza e dato che l'autorità lo rilascia su semplice presentazione dell'attestato di idoneità, è opportuno verificare i poteri di rappresentanza del firmatario, anche perché l'attestato può essere presentato in uno qualsiasi degli oltre trecento uffici periferici.

D'altra parte se è vero che il legale rappresentante è il soggetto competente a firmare gli atti dell'organismo tecnico aventi rilevanza esterna, nulla vieta che questi deleghi il potere di firma degli attesti di idoneità agli ispettori incaricati delle operazioni di verifica, sempre che la rappresentanza così instaurata sia resa pubblica in forma idonea.

In base a quanto sopra esposto, si ritiene che l'attestato di idoneità a firma del singolo ispettore possa essere accettato, ove sia accompagnato da atto notarile di procura (in copia conforme) rilasciata dal legale rappresentante dell'organismo tecnico, firmata per accettazione dall'ispettore interessato e contenente divieto di sub-delega nonché ulteriori eventuali limitazioni, anche temporali, del potere di rappresentanza, così che l'utente e gli uffici periferici siano in grado di conoscere l'esistenza e i limiti dei poteri dell'ispettore stesso.

Sarà cura, altresì, di codesti organismi tecnici, trasmettere per opportuna conoscenza ai Ministeri vigilanti copia delle procure rilasciate nonché delle eventuali successive revoche disposte.

IL DIRETTORE GENERALE
dott. Cosimo Caliendo