DA FONTE ACI
CIRCOLARE PROT. N. 1653/P-DSD - 14/02/2002 - SPORTELLO TELEMATICO DELL'AUTOMOBILISTA - CONTESTUALITA' DELLE OPERAZIONI MCTC E DELLE FORMALITA' PRA
.


ACI
AUTOMOBILE CLUB D’ITALIA
DIREZIONE CENTRALE
SERVIZI DELEGATI (D.S.D.)

Lettera circolare n° 1653/P-DSD del 14.02.02

 

OGGETTO: Sportello Telematico dell’Automobilista - Contestualità delle operazioni M.C.T.C. e delle formalità P.R.A..

In merito alla contestualità delle operazioni PRA e MCTC - prevista all’art. 2 commi 1 e 3 del D.P.R. 358/2000, istitutivo dello Sportello Telematico dell’Automobilista - si informano codesti Uffici Provinciali che sono di recente intervenuti due autorevoli pronunciamenti che hanno definitivamente chiarito l’intenzione del legislatore.

Il Ministro della Funzione Pubblica e la Presidenza del Consiglio dei Ministri hanno fornito l’interpretazione autentica degli aspetti controversi del suddetto Regolamento, confermando appieno quella che, sugli specifici punti, da sempre è stata ed è la posizione dell’A.C.I..

In sintesi, sia la Funzione Pubblica che la Presidenza del Consiglio dei Ministri hanno precisato che le nuove regole procedimentali introdotte dal DPR 358/2000 « attengono specificatamente ad un nuovo procedimento – lo Sportello Telematico dell’Automobilista – fondato sulla contestualità del rilascio della Carta di Circolazione e del Certificato di Proprietà (…), attraverso un unico canale elettronico di collegamento con i sistemi informativi della Motorizzazione Civile e dell’A.C.I.».

Tale nuovo procedimento costituisce "disciplina speciale"e, in quanto tale, prevalente sulla disciplina generale di cui all’art. 93 del D. Lgs. 285/1992 (Nuovo Codice della Strada).

Peraltro, il procedimento (cartaceo) di natura generale di cui al suddetto articolo del Nuovo Codice della Strada rimane in vigore per le sole pratiche non rientranti nell’ambito di applicazione del Regolamento istitutivo dello Sportello Telematico dell’Automobilista.

Si fa riferimento, a tale ultimo riguardo, alle immatricolazioni di veicoli nuovi provenienti dall’estero attraverso canali d’importazione non ufficiali, dei veicoli usati già in possesso di documentazione di circolazione rilasciata da uno Stato estero ed alle registrazioni della proprietà relative a veicoli nuovi importati dall’estero (art. 1 comma 1 DPR 358/2000). Per tali operazioni, infatti, non vige la normativa speciale stabilita dal Regolamento in parola, non essendo le relative pratiche gestibili dallo Sportello Telematico.

Per converso, afferma quindi la Presidenza del Consiglio dei Ministri, « alle operazioni esattamente ed espressamente rientranti nell’ambito oggettivo di operatività del Regolamento di semplificazione (…) si applica esclusivamente la disciplina di sportello unico, integralmente sostitutiva di quella basata sul procedimento cartaceo» e, quindi, deve essere rigorosamente prevista la contestualità nella richiesta e nella emissione dei due documenti (Carta di Circolazione e Certificato di Proprietà).

Alla luce delle suesposte motivazioni, conclude la medesima Presidenza del Consiglio, non appare in alcun modo configurabile l’ipotesi che l’utente, successivamente alla piena attivazione dello Sportello Telematico, possa continuare a rivolgersi agli Uffici Provinciali della Motorizzazione e richiedere il disbrigo delle sole operazioni di competenza MCTC (rientranti nell’operatività dello Sportello) mediante la procedura di cui al sopra richiamato art. 93 D. Lgs. 285/1992, né rivolgersi agli Uffici Provinciali dell’ACI per ottenere il solo Certificato di Proprietà.

In termini pratici, dai congiunti pronunciamenti degli Organismi Istituzionali citati discende che:

____________

Una volta definitivamente chiarito il senso e l’ambito di applicazione delle nuove regole procedimentali introdotte dal DPR 358/2000 in materia di contestualità delle operazioni, si fa riserva di fornire al più presto indicazioni in ordine alle modalità ed ai tempi di attuazione del principio in parola.

Parimenti si fa riserva di fornire le ulteriori istruzioni, relative al piano di attivazione dello Sportello Telematico sia presso gli Uffici Provinciali che presso i punti di servizio esterni, che sono subordinate anch’esse all’esito degli incontri con il DTT e le Associazioni di categoria e con le OO.SS. dell’Ente (in programma i gg. 14 e 15).

A tale riguardo, infatti, come più volte in precedenza evidenziato, appare necessario assumere specifici accordi con il D.T.T. e con le Associazioni di Categoria degli Studi di Consulenza Automobilistica e delle Delegazioni ACI.

Si coglie l’occasione per inviare i migliori saluti.

 

IL DIRETTORE CENTRALE
(Fabio Califano)