interstazioni_circ.gif (2901 byte)

DA FONTE ACI
CIRCOLARE PROT. N. 7708/P DSD - 17/12/03 - STA - PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE DEGLI STA PRESSO GLI UFFICI PROVINCIALI ACI
.


ACI
AUTOMOBILE CLUB D’ITALIA
DIREZIONE CENTRALE
SERVIZI DELEGATI (D.S.D.)

Lettera circolare n░ 7708/P DSD del 17/12/03

OGGETTO: Sportello Telematico dell’Automobilista; presentazione delle pratiche agli STA degli Uffici Provinciali ACI.

La presentazione delle pratiche agli STA degli Uffici Provinciali ACI Ŕ stata disciplinata con lettera circolare n. 10375 del 13.12.02, integrata da successive disposizioni di dettaglio (in particolare con la n. 3106 del 2.5.03) e dalla lettera circolare n. 5236 dell’11.8.03. Nel seguito vengono descritte alcune modifiche e innovazioni.

Procedura di "acquisizione batch"

Con la citata circolare n. 5236 la Direzione scrivente ha attivato una fase sperimentale di accettazione di supporti magnetici da consegnare allo STA/ACI insieme alle note di formalitÓ e alla relativa documentazione; con tale iniziativa veniva infatti ultimata la conversione in ambiente STA delle procedure giÓ in atto negli Uffici Provinciali con le preesistenti modalitÓ d’accettazione. Nel caso specifico la circolare n. 5236 citata ha quindi attivato in ambiente STA la procedura di "acquisizione batch", giÓ a suo tempo operativa, introdotta a titolo sperimentale per valutarne l’efficacia dopo l’entrata a regime dello Sportello Telematico dell’Automobilista.
Il periodo di gestione sperimentale ha peraltro evidenziato lo scarso utilizzo e la ridotta efficacia della procedura in argomento; di conseguenza questa Direzione ritiene di disporre che, alla fine del periodo di sperimentazione ipotizzato dai piani di lavoro, previsto sino al 31.12 p.v., la procedura di "acquisizione batch" venga dismessa e che, di conseguenza, dal 2.1.2004 non ne sia pi¨ possibile l’utilizzo.

ModalitÓ di presentazione delle pratiche allo sportello S.T.A./A.C.I.

Esaurita la fase di progressiva attivazione dello Sportello Telematico dell’Automobilista Ŕ necessario regolamentare le modalitÓ di presentazione delle formalitÓ agli STA/ACI in modo tale da agevolare, cosý come previsto dal DPR 358/2000, la lavorazione a vista delle pratiche e la contestuale consegna all’utente del Certificato di proprietÓ (o Certificato di radiazione) e della carta di circolazione o del relativo tagliando.
Di conseguenza sono in linea di massima aboliti, per le formalitÓ STA, gli elenchi di presentazione di formalitÓ plurime, essendo ammessa solo la presentazione in unica soluzione di formalitÓ singole o di formalitÓ consecutive riferite allo stesso veicolo, salvo quanto previsto al capoverso successivo. L’utente che voglia presentare pi¨ di una pratica avrÓ modo di farlo ripetendo la fila tante volte quante sono le pratiche che intende presentare; ovviamente, ove ritenga i tempi d’attesa eccessivi, l’utente potrÓ presentare tutte o parte delle pratiche ad altri STA, sia presso gli Uffici Provinciali MCTC che presso gli Studi di Consulenza e le Delegazioni ACI provviste di Sportello Telematico.
Lo stesso meccanismo di reiterazione delle presentazioni dovrÓ essere adottato anche per le formalitÓ di cessazione della circolazione per demolizione del veicolo ma, in considerazione dei particolari obblighi posti dalla normativa a carico dei soggetti abilitati alla presentazione di tali formalitÓ e degli esigui termini di presentazione lasciati dalle disposizioni di legge all’utenza – 3 soli giorni -, gli Uffici, ove necessario, con disposizione a firma del Direttore opportunamente affissa, potranno, esclusivamente per tale tipo di formalitÓ, ammettere la presentazione di elenchi plurimi fino ad un massimo di 5 formalitÓ per elenco.
In casi del tutto eccezionali
, gli Uffici Provinciali che non fossero in grado di soddisfare in tempi utili l’esecuzione di tutte le formalitÓ presentate con conseguente grave rischio per la funzionalitÓ dell’Ufficio potranno decidere, con disposizione a firma del Direttore opportunamente affissa e trasmessa per conoscenza a questa Direzione, il numero massimo di formalitÓ, radiazioni escluse, che ogni operatore professionale potrÓ presentare nella stessa giornata.
Tali modalitÓ d’accesso agli Sportelli Telematici degli Uffici Provinciali ACI diventeranno operative a partire dal 15 gennaio p.v. e saranno ovviamente sottoposte ad un periodo di attenta osservazione per consentire a questa Direzione di decidere gli eventuali correttivi che dovessero rendersi necessari; le modalitÓ descritte devono essere tempestivamente (entro e non oltre il 31.12 p.v.) portate a conoscenza delle Associazioni di categoria provinciali degli utenti professionali (Studi di Consulenza, Delegazioni ACI, Autodemolitori ecc.), oltre che dei singoli operatori professionali, nelle forme che si riterranno pi¨ opportune e, in ogni caso, mediante apposito avviso affisso nei locali dell’Ufficio aperti al pubblico. Entro la stessa data del 31.12 p.v. le modalitÓ in argomento dovranno essere portate a conoscenza della Procura della Repubblica territorialmente competente: a tale scopo si allega, per comoditÓ, il facsimile della nota da trasmettere.

Conclusioni

Da parte della Direzione scrivente si assicura, come sempre, l’inserimento del presente testo nel Sito Tematico STA.
Si ricorda, infine, che la presentazione delle pratiche allo STA/ACI dovrÓ essere effettuata esclusivamente dai soggetti a ci˛ abilitati, secondo quanto disposto con le lettere circolari n. 1736 (18.02.02), n. 10375 (13.12.02) e n. 453 (17.01.03); tali disposizioni devono essere considerate, ovviamente, tassative e, quindi, i Direttori degli Uffici Provinciali sono invitati a disporne la scrupolosa applicazione da parte di tutto il Personale, al quale si prega di richiedere (ove giÓ non fatto) apposita firma di presa visione delle circolari citate e della presente.
Per consentire a questa Direzione i necessari riscontri e le valutazioni relative alle nuove modalitÓ, i Direttori degli Uffici Provinciali dovranno far pervenire una prima relazione dopo 15 giorni di osservazione ed una relazione conclusiva alla fine del mese di febbraio; le modalitÓ e le specifiche di compilazione di tali relazioni saranno comunicate con apposito messaggio circolare dalla UnitÓ di Gestione Servizi PRA di questa Direzione Centrale.

Nel ringraziare per la consueta, preziosa collaborazione, si rimane a disposizione per eventuali chiarimenti che potranno essere richiesti al Dirigente dell’UnitÓ di Gestione Servizi PRA della Direzione scrivente, Dr. Giorgio Brandi o, in sua assenza, al Dr. Andrea Giulio Cappelli, funzionario responsabile del Progetto in questione, entrambi contattabili ai consueti numeri telefonici.

Si coglie l’occasione per inviare i migliori saluti.

IL DIRETTORE CENTRALE
(Fabio Califano)