SPORTELLO TELEMATICO DELL’AUTOMOBILISTA

Circolano voci sempre più frequenti di uno slittamento della partenza a regime dello STA al 1° gennaio 2003.
Così è stato affermato nel corso di un convegno che si è svolto venerdì scorso al Motor Show organizzato dalle concessionarie sui futuri scenari della distribuzione dei veicoli. Anche negli uffici provinciali di Motorizzazione e Aci si parla di proroghe in vista. Probabilmente qualcosa potrebbe esserci di vero, ma credo anche che “il dirlo con tanto sentimento” corrisponda alla speranza che ciò avvenga, da parte di chi ha quell’interesse.
Difatti le feste natalizie, quelle di fine anno, il fine mese, il fine anno, gli ecoincentivi, tutti insieme assommati sono un ottimo motivo per auspicare lo slittamento. Eppure niente è ancora ufficiale, nessuna affermazione in tal senso è stata fatta da alcuno. E non sono affatto certo di uno slittamento totale!
Credo comunque che i problemi sul tappeto siano tanti, molti dei quali debbono far riflettere ma noi abbiamo un solo obiettivo: entrare nel nuovo sistema. Per fortuna, malgrado mille difficoltà, la categoria sta rispondendo e deve continuare a farlo.
Ci sono problemi di collegamento? Ci si riprova l’indomani oppure si attiva la vecchia procedura. Abbiamo molte segnalazioni di colleghi che sono costretti, per salvare l’immagine, ad attivare prenota e copernico per alcuni clienti (anche concessionari/commercianti) che pretendono subito i documenti tutti insieme, o quasi.
Questo è il mercato nel quale andremo presto, molto presto ad operare per cui è poco utile, aspettare di “provarci”; è fondamentale, invece, farlo subito per poi “crescere” insieme al sistema, pronti da subito ad ogni evenienza. L’imprenditore deve fare questo ragionamento, altrimenti non si è impresa bensì “centro elaborazione dati”. Chi è impresa va avanti, innova, produce, ha l’immagine, chi invece digita e basta rischia di rimanere molto indietro.
Il mercato dei servizi che avremo di fronte, prossimamente ma molto, molto prossimo, sarà ricco di possibilità ma anche di difficoltà. La professionalità non sarà un optional, ne lo sarà la tecnologia che si avrà a disposizione.
Per cui diamoci dentro con la massima convinzione tanto non ci sono condizionamenti operativi di sorta. Prima ci adeguiamo al nuovo che avanza e meglio è. Non guardate indietro. Senza perdere tempo, senza proroghe o slittamenti di sorta. Prima saremo pronti più saremo vincenti. Dal 16 dicembre prossimo venturo.ECOINCENTIVI

La legge vigente che ha introdotto gli ecoincentivi prevede, per ottenere le esenzioni, quanto da noi riportato qualche giorno fa. Che ci piaccia o no questo è quello che dice la legge, cui dovete fare esclusivo riferimento (leggendola).
Abbiamo segnalato al Min. Finanze e all’Aci (per conoscenza) che sarebbe opportuno venga inequivocabilmente chiarito se, al di là del dato letterale, il beneficio si possa “ottenere” con l’atto autenticato/immatricolazione entro il 31 dicembre oppure se occorre a quella data presentare la formalità PRA. Nel frattempo, in attesa di eventuali novità (proroghe, nuovi incentivi, chiarimenti), si ricorda che nel caso di fogli di via provvisori (vedi auto nuove o nazionalizzazioni) è opportuno presentare la formalità al PRA allegando una fotocopia sempre entro il 31/12. Eventuali novità saranno tempestivamente comunicate.REVISIONE CICLOMOTORI E MOTOCICLI

Con decreto 29 novembre 2002 (su G. U., n. 288 del 9.12.2002), il Ministro delle Infrastrutture e trasporti ha disposto che tutti i ciclomotori ed i motoveicoli debbono sostenere la revisione periodica secondo le scadenze previste per la maggior parte degli autoveicoli dall’articolo 80 del codice, e precisamente:

  • per i ciclomotori, a partire dal quarto anno seguente a quello del rilascio del certificato d’idoneità tecnica e quindi successivamente ogni due anni;
  • per i motoveicoli, a partire dal quarto anno successivo a quello di prima immatricolazione e quindi successivamente ogni due anni.

Il decreto prevede poi che le operazioni di revisione hanno inizio il 2 gennaio dell’anno e sono effettuate secondo il seguente calendario: per i ciclomotori, nel mese corrispondente a quello del rilascio del certificato d’idoneità tecnica; per i motoveicoli, entro il mese di rilascio della carta di circolazione.
Per i ciclomotori viene infine disposto che gli accertamenti relativi alle emissioni inquinanti e la prova di velocità saranno effettuati a partire dal 1° luglio 2003, sulla base delle disposizioni emanate dal D.T.T.

Cordiali saluti.