Comunicazione del Segretario Nazionale Studi

Roma, 30 luglio 2004A tutti gli Associati

Oggetto: IMMINENTE AUMENTO DELL’IMPOSTA DI BOLLO A 11 (undici) EURO

Con riferimento all’oggetto, ricordato già ieri e anche qualche giorno fa,  nel ribadire che l’aumento opererà solo quando, in virtù della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Legge che – tra l’altro – lo dispone, si conoscerà la data di partenza dell’aumento stesso, si fa notare in aggiunta di porre particolare attenzione alle formalità PRA che, già presentate e respinte, siano da ripresentare, poichè se tale ripresentazione avverrà dalla data di operatività dell’aumento dell’imposta si dovrà corrispondere in quella sede l’integrazione per quanto riguarda il bollo del certificato di proprietà, cioè bisognerà indicare negli importi (e sulle note) non “0 (zero)”, ma “0,67 (sessantasette) eurocent” alla voce “imposta di bollo”.

Inoltre si consiglia di contattare la propria Software House per eventuali aggiornamenti dei programmi sempre in funzione dell’aumento dell’imposta. L’Unasca ha comunque notiziato in merito, per e-mail, le Software Houses.

Buon lavoro

Il Segretario Nazionale Studi
Ottorino Pignoloni