Comunicazione della Segreteria Nazionale

Roma, 2 agosto 2004A tutti gli Associati
AUMENTO DELL’IMPOSTA DI BOLLO
Con riferimento alla comunicazione della Segreteria Nazionale del 30 luglio u.s., si conferma che l’aumento dell’Imposta di Bollo a 11 (undici) euro è stato disposto con la legge n. 191 del 30 luglio 2004 di conversione del decreto legge n. 168/2004, legge pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 136 alla G.U. 178 di sabato 31 luglio 2004. Sempre come preannunciato, tale legge di conversione dispone la propria entrata in vigore il giorno successivo alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, cioè domenica 1° agosto 2004.Insomma, in pratica, da oggi lunedì 2 agosto 2004 l’Imposta di Bollo è a 11 (undici) euro, conseguentemente valgono le indicazioni già date in precedenza ed in particolare con la cennata comunicazione del 30 luglio u.s..A ciò si aggiunga che il Dipartimento dei Trasporti Terrestri dovrebbe già aver diramato un “File Avvisi” sull’argomento, mentre l’Aci, oltre alla segnalazione propedeutica citata nella solita comunicazione associativa del 30 luglio, ha emanato nella tarda serata di sabato 30 luglio un ulteriore messaggio circolare prot. 4328/P-DSD.In ogni caso si ricorda che l’aumento non si applica a tutte quelle istanze anteriori al 1° agosto 2004 che non richiedono una valutazione discrezionale (come invece ad esempio è per la licenza conto proprio) o un collaudo o un esame (se questi ultimi avvengono dopo detta data), per cui anche un duplicato patente (per citare, per smarrimento) con cambio indirizzo chiesto prima del 1° agosto e rilasciato dopo tale data non deve corrispondere alcuna integrazione dell’imposta.Viceversa le immatricolazioni non legate allo STA Cooperante fatte venerdì 30 o sabato 31 luglio con il Prenota con stampa presso la Motorizzazione il giorno successivo, così come tutto il Prenota dello stesso tipo per altre formalità, poichè tali formalità di richiesta ed il rilascio del relativo documento risultano avvenire oggi lunedi 2 agosto, dovranno corrispondere l’integrazione dell’imposta di bollo in funzione dell’operazione prenotata (ad esempio, per una immatricolazione due integrazioni per un unico versamento postale totale di euro 1,34 sul c/c 4028 , mentre per un’etichetta di cambio uso basterà integrare con un versamento postale di 0,67 eurocent; naturalmente vanno bene anche versamenti già fatti con i nuovi importi).Venerdì 30  luglio, purtroppo, in maniera assolutamente impropria ed errata, sulle Certificazioni rilasciate on-line dal sistema informatico delle Camere di Commercio, compariva già l’indicazione di applicare sulle stesse marche da bollo da 11 (undici) euro. Pertanto non bisogna tenerne conto – nonostante quello che sta scritto sulla certificazione, annotazione per altro che, di per se stessa, non ha cogenza giuridica – per tutto ciò che si è ottenuto fino a sabato 31 luglio compreso (al limite apponendo sul certificato una annotazione che “l’aumento dell’imposta di bollo a 11 euro è entrato in vigore dal 1/8/2004 in forza della legge 191/2004 pubblicata sul S.O. 136 alla G.U. n. 178 del 31.07.2004, pertanto non si applica al presente documento”). Anche il Call Center di InfoCamere, interpellato, ha confermato l’errore.Segnalateci qualunque comportamento o qualunque richiesta in materia che riteniate anomali. Segnalateci inoltre per favore eventuali difficoltà nel reperire marche da bollo idonee (sia di importo 11 euro che per integrare le euro 10,33).
La Segreteria Nazionale Unasca