Comunicazione del Segretario Nazionale Studi

Roma, 3 marzo 2004 Prot. n. 517/SNS

                                                                                                          Ai Soci

Si rimette  alla Vostra attenzione:

Circolare DTT Prot. n.381/M352 del 24/02/04 avente ad oggetto: “DPR n. 358/2000. Approvvigionamento di targhe di immatricolazione destinate al fabbisogno degli Studi di consulenza automobilistica abilitati alla procedura “S.T.A. cooperante”. Continuano a pervenire in questa sede segnalazioni concernenti Studi di consulenza automobilistica i quali lamentano, da un lato, l’impossibilità di restituire quantitativi di targhe, prese in carico per l’espletamento delle operazioni di immatricolazione e di reimmatricolazione con procedura “S.T.A. cooperante”, ritenuti eccedenti rispetto al proprio fabbisogno e, dall’altro, di ottenere la consegna di un numero di targhe al di sotto dei quantitativi stabiliti con circolare prot. n. 884/M360 del 12 giugno 2001. Al riguardo, appare necessario chiarire che:

1. l’art. 4, comma 3 del D.P.R. n. 358/2000 prescrive  che allo Studio di consulenza abilitato sia assegnato un quantitativo di targhe, di carte di circolazione e di etichette autoadesive sufficiente a coprire il fabbisogno mensile.

Ciò posto, si sottolinea che l’intento della citata circolare del 12 giugno 2001 era soltanto quello di assicurare l’operatività degli Studi di consulenza nella prima fase attuativa della nuova procedura, e non quello di fissare una regola generale ed inderogabile. In sostanza, si è trattato di una iniziale scelta di opportunità e non di legittimità.

Pertanto, considerato l’attuale stato di attuazione della disciplina dello sportello telematico dell’automobilista e tenuto conto che la stessa norma regolamentare subordina l’approvvigionamento al reale fabbisogno di ciascuno Studio di consulenza, nulla osta acchè gli Uffici della Motorizzazione assegnino, a richiesta degli interessati, quantitativi di targhe anche al di sotto dei minimi indicati nella predetta circolare;

2. quanto precisato al punto 1) appare funzionale anche alla necessità di arginare il fenomeno inverso, rappresentato dalla diffusa richiesta, da parte degli Studi di consulenza, di restituire le targhe ritenute eccedenti.

A tale proposito, occorre evidenziare che tali richieste non possono trovare accoglimento, poiché determinano un ingiustificato aggravamento delle già complesse procedure di rendicontazione amministrativo-contabile cui debbono attenersi tutti gli Uffici della Motorizzazione.

Tanto più che, nella maggior parte dei casi, dette richieste sono motivate semplicemente dalla futile pretesa di dimettere targhe recanti un numerazione ritenuta “obsoleta” e, conseguentemente, di ottenere una nuova fornitura di targhe recanti una numerazione più “attuale”.

In tal senso, si richiamano gli Uffici in indiretto e le Associazioni di categoria, cui la presente circolare è diretta per conoscenza, a voler sensibilizzare gli operatori ad una più responsabile gestione della propria attività imprenditoriale, che implica anche la capacità professionale di informare correttamente la propria clientela in ordine alla funzione svolta dalle targhe di immatricolazione, che è esclusivamente quella tecnico-amministrativa di individuare i veicoli cui sono associate. F.ti il Capo Dipartimento Ing. Amedeo Fumero”

Naturalmente occorre far presente a commercianti e concessionari che è assurdo quanto inaccettabile il fatto che si rifiuti una targa perché vecchia, non esiste! Abbiamo rimesso un breve comunicato alle Associazioni di Costruttori e loro Concessionari per segnalare tutto il nostro fastidio su una vicenda come quella delle “c.d. targhe vecchie” (la trovate su vita associativa). Datene notizia ai Vostri clienti.

 DECRETO MINISTERIALE 09/02/2004: ASSOCIAZIONI RICONOSCIUTE

Accreditamento delle associazioni di categoria, operanti nei settori autoscuole e consulenza automobilistca, maggiormente rappresentative a livello nazionale.

Il Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti visto … omissis … Decreta:

L’Unione nazionale autoscuole e studi di consulenza automobilistiche con sede nazionale in Roma, piazza Marconi n. 25 e la Confedertaai titolari autoscuole e agenzie d’Italia con sede nazionale in Roma, Via Laurentina n. 569, sono accreditate quali associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello nazionale sia per il settore autoscuole che per quello di consulenza automobilistica.

… omissis…           Il vice Ministro: TASSONE”

 STA IMMATRICOLAZIONI: AVVIO A REGIME

Mercoledì p.v. si terrà presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri un incontro tecnico che definirà tempi e modi per l’avvio a regime STA delle immatricolazioni.

Ovviamente sarete informati delle risultanze tenuto conto che l’avvio a regime obbligatorio dovrà essere sancito da un “documento ufficiale che sarà emanato da Presidenza CDM o Ministero” di cui, ovviamente, sarete tempestivamente informati. Fino ad allora nulla è cambiato rispetto al passato cioè l’immatricolazione potrà essere effettuata con foglio di via allo sportello, con prenota, con prenota remoto (stampa in agenzia) e con STA cooperante (atto vendita o autocertificazione).

PRENOTA MACCHINE AGRICOLE: CIRCOLARE DTT PROT. 1273

Finalmente potremo gestire con il prenota anche le formalità relative a macchine agricole come da circolare che recita: “Si comunica che da giorno 24 febbrario 2004 sarà resa disponibile, per gli studi di consulenza automobilistica già abilitati al “prenota motorizzazione”, la procedura “prenota macchine agricole”. Gli operatori potranno connettersi con il sistema informatico di questo Dipartimento con le stesse modalità, matricole e password attualmente utilizzate.

Attraverso la transazione PR89 sarà possibile inserire tutti i dati richiesti ed ottenere il giorno successivo presso gli uffici provinciali di questo Dipartimento la targa e la carta di circolazione.

Si fa presente inoltre che sono state adeguate alla gestione delle macchine agricole le procedure già in uso (maschere PRSU, PR16 e ALNZ).

Sul sito www.infrastrutturetrasporti.it  alla voce normativa – settore trasporti. Allegato alla presente circolare, è disponibile il manuale operativo. F.to Il Direttore Generale Ing. Sergio Dondolini”

Tale circolare è stata fortemente voluta dall’Associazione dei Costruttori di  Macchine Agricole UNACOMA la quale ha concordato con l’Unasca la massima diffusione possibile della nuova procedura invitando tutta la rete di vendita delle macchine agricole di rivolgersi ad uno degli Studi abilitati della provincia interessata, segnalati dall’Unasca.

Quindi il nostro invito è quello di prendere al volo tale occasione, importante e qualificante, affinché lo Studio possa gestire queste formalità senza la concorrenza di tante realtà non autorizzate. Solo gli studi hanno il “prenota” per cui diamoci una mossa. Sul nostro sito è disponibile la circolare ed il manuale operativo.

TARGHE PROVA: MANUALE INFORMATICO

Sul nostro sito trovate disponibile il manuale utente relativo alla gestione autorizzazione targhe prova il cui avvio, come è noto, avverrà da lunedì 15 marzo p.v.

Cordiali saluti.

                                                                       F.to Il Segretario Nazionale Studi Ottorino Pignoloni